Vini rossi

Cannonau di Sardegna

Tra i vitigni rossi più diffusi nella regione il Cannonau di Sardegna è di sicuro il più noto. Su tutto il territorio regionale il 28% della produzione viticola è destinata a questo vitigno proveniente con buona probabilità dalla penisola iberica (corrisponde allo spagnolo Alicante).

Il vitigno viene utilizzato per produrre l’omonimo vino DOC Cannonau di Sardegna, ma anche in numerosi uvaggi per vini rossi.

Il Cannonau è un vino rosso rubino, dai riflessi granata, con intense profumazioni di spezie e frutti di bosco, dal gusto è secco e sapido.

La zona a più alta densità di coltivazione del vitigno Cannonau è l’Ogliastra, una regione collinare che si estende tra il massiccio del Gennargentu ed il mare cristallino di Arbatax e Barisardo.

Il vitigno rosso Carignano produce un vino rosso dalla forte gradazione alcolica, dal profumo fragrante e intenso e, anch’esso dal gusto secco e sapido.

Presente su tutta l’area del Mediterraneo occidentale il vitigno Carignano ha acquistato valore in Sardegna e sui mercati internazionali soprattutto grazie a Giacomo Tachis, il maestro degli enologi italiani, il quale, portando l’immaginazione e la scienza in cantina, ha esaltato un vino che veniva utilizzato quasi esclusivamente come vino da taglio.

A completare l’offerta di rossi è presente in enoteca una vasta selezione delle più prestigiose etichette regionali.

Fra le cantine scelte: Argiolas, Santadi, Dorgali e Castiadas, di cui l’enoteca ha l’esclusiva. È possibile trovare anche la cantina di Jankara, cantina di Surrau, cantina di Su’entu e tante altre ancora. Per maggiori informazioni 0709930770.